#TRAVEL: Baleari, tra Ibiza e Formentera

Un cocktail di panorami e lifestyle, un concentrato di paesaggi mozzafiato e tanto divertimento.

Ho soggiornato per qualche giorno a Ibiza, la zona che mi hanno consigliato è Playa D’En Bossa, io e la mia amica abbiamo alloggiato all’hotel Playasol Mare Nostrum

ecco il link all’hotel

Ho scelto la mezza pensione per sfruttare al meglio i tempi senza dover girare troppo per trovare un posto dove cenare, e devo dire che è stata una buona scelta!

L’unica nota che vorrei fare è che secondo me la zona più bella e più suggestiva è San Antonio: è vicina alle spiagge più spettacolari (come Cala Salada e Cala Comte ) e ai locali più suggestivi per ammirare il tramonto sul mare ( come il famoso Cafe Del Mar ). Tuttavia, se vai Ibiza con l’idea di partecipare alle serate delle discoteche migliori la zona di Play D’En Bossa è ottima: ci sono l’Hi, l’Ushuaia e molte altre famosissime discoteche.

Per gusto personale posso dirti che ciò che più ho adorato di Ibiza sono state il mare ( spesso sottovalutato da chi non è mai stato nell’isola) e il paese vecchio, affacciato sul porto. Ci sono dei panorami davvero magnifici da ammirare, e il centro è molto caratteristico e relativamente tranquillo.


Invece ciò che meno mi è piaciuto sono state proprio le discoteche, caotiche (ovviamente), la musica è molto diversa da quella che piace a me: io apprezzo di più l’house/commerciale e lì invece è sempre molto pesante, ma questo lo dico io che ignoro totalmente qualunque tipo di musica e dj, e vado in discoteca solo per ballare e divertirmi un po’ con le amiche!

quello che voglio dirti è che ascolterai un tipo di musica che non è proprio adatta a tutti i gusti!

Un’altra cosa davvero interessante che ho fatto è stata andare in barca fino a Formentera, con una ventina di euro tra motonave e taxi ho raggiunto Playa Des Illetes, uno spettacolo per gli occhi, e credo sia la spiaggia più famosa e più grande di Formentera.


Per quanto riguarda il trasporto la soluzione più economica, pratica e indipendente è noleggiare uno scooter: due ragazze ne hanno preso uno tramite il servizio del nostro Hotel a soli 60€ per 5 giorni; purtroppo nè io nè la mia amica siamo in grado di guidare uno scooter e quindi ci siamo sempre spostate con il taxi, certamente un po’ più dispendioso, ma i prezzi sono comunque molto più bassi rispetto a quelli italiani, quindi dividendo la spesa in due direi che è fattibile.

Ibiza è molto costosa per alcuni aspetti, ad esempio per i locali: il costo di una serata va dai 40€ in su, fino a raggiungere gli 80/90€ per i dj più famosi. anche i drink sono piuttosto cari, ma questo c’è da aspettarselo. Per quanto riguarda tutto il resto, il costo della vita, del cibo e souvenir, invece, i prezzi sono nella media, anzi, anche più bassi di molte città Italiane e Europee.


Un ultima nota che voglio farti è che nonostante le credenze comuni Eivissa può diventare anche una meta molto romantica: le spiagge con il mare blu, le calette nascoste da girare con il motorino, le passeggiate serali sul porto, esplorare le viuzze del paese vecchio, e ammirare il sole calare sul mare di San Antonio sono attività molto belle da fare in coppia: è un’isola dalle molte sfaccettature, non solo divertimento, molti non ne sono a conoscenza ma prima di diventare una meta comune per i giovani Europei in cerca di divertimento, Ibiza era un paradiso hippie!

Io ho soggiornato nell’isola a fine settembre, quando le temperature sono ancora davvero miti e ci sono ottime giornate di sole (circa come il nostro giugno per intenderci), e trovo che soprattutto in questo periodo, meno caotico, Eivissa abbia molto da offrire, forse più di Formentera, che in questo periodo dell’anno la sera è meno viva.
Ci tornerò, forse anche molto presto.

trovi le foto più belle su questo articolo, e come sempre nel mio blog di Instagram

ecco il link al mio profilo!

A presto Darling!

Facebook Comments

Lascia un commento